mercoledì 3 settembre 2014

Migranti/ Grillo: tornano le malattie infettive, 40 agenti malati di Tbc

Beppe Grillo torna ad attaccare sul tema delle frontiere e dei migranti. "Il passaparola di ieri con l'ingresso delle malattie infettive dall'Africa e il contagio di tbc di quaranta poliziotti finora accertati è caduto nel nulla". E' quanto si legge in un post sul blog ufficiale del Movimento 5 Stelle, anonimo e quindi attribuibile al leader, dal titolo "Il
ritorno delle malattie infettive. #Tbcnograzie", in cui si riprende l'allarme lanciato dal sindacato di polizia Consap sul rischio legato all'ingresso incontrollato di immigrati in Italia. "Quando i nostri bisnonni approdavano dagli Stati Uniti, Paese della Libertà, dopo aver visto la Statua con la fiaccola accesa, venivano subito confinati a Ellis Island in quarantena. Come se non fosse un problema nazionale il ritorno di malattie debellate da secoli in Italia". Per la tbc - ha sottolineato Grillo - non esiste un vaccino che provveda una protezione affidabile per gli adulti, si trasmette per via aerea e le cure richiedono anni. Vogliamo reimportarla, reimportiamola! Ma facciamolo alla luce del sole, informando la popolazione che alla polizia non vengono forniti neppure gli strumenti minimi di profilassi. Qui per evitare il tabù del razzismo arriviamo alla situazione grottesca degli Stati africani che chiudono le frontiere tra loro per paura del diffondersi dell'ebola, che ha 21 giorni di incubazione, mentre noi le lasciamo spalancate senza fare alcun accertamento medico sui chi arriva da chissà dove nel nostro Paese". Dal Pd si levano voci di protesta come quelle di Khalid Chaouki: "Sa fare solo il provocatore - dice il deputato del Pd - È odioso sentir parlare degli immigrati con i toni di Grillo". E si domanda poi "se ora i parlamentari pentastellati prenderanno le distanze dal terrorismo mediatico del loro capo". Ma i grillini non ci pensano proprio: "Preoccupazione legittima quella espressa sul blog" è la secca risposta del vicepresidente M5S della Camera, Luigi Di Maio. Critica, ma per motivi opposti, da parte della Lega: "Grillo è una persona dissociata dai suoi parlamentari", afferma il capogruppo del Carroccio alla Camera, Massimiliano Fedriga.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...